Salta il menu di scelta rapide e vai al contenuto

Parco Geominerario Storico Ambientale della Sardegna

Torna alle scelte rapide

Parco Geominerario Storico e Ambientale della Sardegna

 

Parco Geominerario Storico e Ambientale della Sardegna

La Sardegna è unica nel Mediterraneo per caratteristiche ambientali, geologiche, biologiche, per i paesaggi naturali spettacolari nella morfologia delle coste e dei rilievi interni, le cavità sotterranee e le aree archeologiche che ne fanno per varietà e rilevanza, un piccolo ma intero continente.

L’attività mineraria ha modellato il paesaggio e insieme l’antica cultura delle popolazioni minerarie creando un’ambiente in cui il fascino della storia accompagna il visitatore tra le splendide testimonianze di archeologia industriale, in mondi sotterranei e a contatto con la magnifica natura sarda.

Suggestivi villaggi operai, pozzi di estrazione, migliaia di chilometri di gallerie, impianti industriali, antiche ferrovie, preziosi archivi documentali e la memoria di generazioni di minatori rendono il Parco una nuovo grande giacimento culturale da scoprire.

Continua a leggere

 

Avvisi Pubblici

Si comunica che in occasione delle festività pasquali il Consorzio del Parco Geominerario Storico Ambientale della Sardegna osserverà la chiusura dei propri uffici nel giorni 25-29 marzo. le attività riprenderanno mercoledì 30 marzo. Si coglie l'occasione per augurare a tutti una buona Pasqua. Documento correlato

Si informa che gli uffici dell'Ente sono aperti al pubblico dal lunedì al giovedì, dalle ore 10.00 alle ore 12.00

 _____________________

 

  Avviso ai Fornitori del Parco Geominerario

A partire dal prossimo 31 marzo verranno accettate soltanto fatture in formato elettronico. Per tutte le specifiche e le istruzioni operative si rimanda al documento allegato.

L'Ufficio Amministrazione - Contabile

Avviso ai Fornitori

 

Vedi altri avvisi

 

Ultime News

 


  Banner_Concorso_Tesi_2015

  

images/banner_FB

 

Cammino Minerario di Santa Barbara

Pellegrinaggio del Giubileo

16-21 maggio 2016

 

MAPPA_ITINERARIO_Pellegrinaggio_Giubileo_2016

 Programma, descrizione e mappa itinerario

 

 

 

Monumenti Aperti 2016

Cagliari, 14 - 15 maggio

Mostra

VITA NEL BUIO

Il lavoro in miniera nei reperti della Collezione Camedda

Museo sardo di Geologia e Paleontologia e Museo di Mineralogia

Facoltà di Scienze della Terra, Via Trentino

Dipartimento di Scienze Chimiche e Geologiche

 

Banner_Monumenti Aperti_2016

 

Il Parco Geominerario Storico Ambientale della Sardegna sarà presente all’edizione 2016 della Manifestazione Culturale “Monumenti Aperti” in programma a Cagliari il 14 e il 15 maggio 2016.

L’Ente parteciperà con la mostra storica intitolata Vita nel buio. Il lavoro in miniera nei reperti della Collezione Camedda. L’evento è realizzato in collaborazione con il Dipartimento di Scienze Chimiche e Geologiche dell’Università degli Studi di Cagliari e l’Associazione culturale “Su Zurfuru Mine” di Fluminimaggiore.

L’esposizione, ospitata nel Museo sardo di Geologia e Paleontologia e Museo di Mineralogia, Dipartimento di Scienze Chimiche e Geologiche, Via Trentino 51, sarà visitabile sabato 14 dalle ore 16 alle 20 e domenica dalle 9 alle 20. L’ingresso è libero.

La mostra

La mostra è dedicata alla storia dell’attività estrattiva in Sardegna con particolare riferimento alle dotazioni da lavoro che erano in uso presso le miniere della Sardegna dai primi anni del secolo scorso ai giorni nostri. Si tratta di lampade, respiratori, perforatori, strumenti di misurazione, telefoni ed attrezzature varie che, in gran numero, compongono la collezione di Roberto Camedda, ex lavoratore delle miniere. Questi con scrupolo e passione per la storia ha sottratto all’incuria ed alla prevedibile distruzione, un significativo nucleo di materiali storici legato alla storia delle miniere isolane, tale da costituire un unicum sul tema in ambito regionale e nazionale.

Completa l'esposizione la proiezione di una serie di documentari dedicati ai tesori del Parco Geominerario curati da Stefano Sernagiotto.

Continua a leggere...