Salta il menu di scelta rapide e vai al contenuto

Parco Geominerario Storico Ambientale della Sardegna

Torna alle scelte rapide

Convegno "Sulla Rotta della Memoria". Carloforte, Teatro Cavallera, 21 dicembre 2018

 

Convegno Rotta Memoria Carloforte

Il Parco Geominerario sulla rotta della Memoria

Iglesias, 27 novembre 2018 

Venerdì 21 dicembre 2018, presso lo storico Teatro “Cavallera” di Carloforte, si sono tenuti i lavori di un convegno intitolato “Sulla rotta della memoria. Dagli antichi siti estrattivi al trasporto del minerale a vela latina nel Sulcis Iglesiente”.  Si è trattato di una giornata di studipropedeutica alla seconda regata velica delle “Bilancelle” che avrà luogo la prossima estate, evento concepito in memoria dell’epopea mineraria, quando le storiche imbarcazioni carlofortine operavano per il trasporto dei minerali dai moli delle miniere del Sulcis Iglesiente e Arburese verso Carloforte,  per poi esser  trasferiti con le navi mercantili verso le fonderie del continente.

Il convegno ha visto la partecipazione di illustri studiosi e ricercatori come il Dott. Giorgio Paolucci, responsabile del Settore Estrattivo della Regione Autonoma della Sardegna ed il ricercatore Antonio Falchi, i quali hanno recuperato mappe e documenti sulla attività minerarie dell’Isola di San Pietro dal 1874 al 1962.

Sandro Mezzolani, operatore turistico minerario, ha illustrato le potenzialità della fruizione degli interessanti siti minerari e geologici dell’isola. Mentre Il Dott. Luciano Ottelli ha narrato degli aspetti storici dell’estrazione e del trasporto del minerale.

Paolo Soletta, guida del Parco Geominerario, ha affrontato il tema “Mare e Miniere. Integrazione fra i diversi turismi”.

Una carrellata storica e ambientale di alto profilo scientifico che si è chiusa con l’intervento del maestro d’ascia Tonino Sanna  sul tema; “La vela latina: evoluzione di un armo storico”.

Ha coordinato i lavori il giornalista Simone Repetto.

Una mattinata intensa ed anomala, sembrerebbe, per un convegno, ma è stata una scelta voluta per coinvolgere  gli studenti delle medie  superiori, nello spirito di trasmissione del sapere verso le nuove generazioni che il Parco Geominerario intende attuare nel prossimo anno di lavoro.

Anche l’intervento del maestro d’ascia potrebbe sembrare fuori luogo. Tuttavia, come ho avuto occasione di dire al termine dei lavori, il Parco deve promuovere nuove fonti di sviluppo che non possono essere solo quelle turistiche ma anche quelle dell’imprenditoria legata alla storicità dei luoghi.

Il maestro d’ascia è testimone del passato armatoriale di Carloforte che produceva gli splendidi battelli per il trasporto dei minerali, interamente realizzati a mano. Mi son permesso di dire che l’isola, con il suo ultimo maestro d’ascia, potrebbe diventare la “Maranello” delle imbarcazioni lignee che i tantissimi appassionati al mondo dovrebbero conoscere e perché no, possedere ed ostentare nei porti più rinomati al mondo, così come i tanti appassionati di motori lo fanno con la loro vecchia Ferrari.

 Prof. Tarcisio Agus

Foto_Convegno Rotta Memoria Carloforte

L'intervento del Presidente del Parco Geominerario, Prof. Tarcisio Agus