Salta il menu di scelta rapide e vai al contenuto

Parco Geominerario Storico Ambientale della Sardegna

Torna alle scelte rapide

Orani, Guzzurra, Sos Enattos - Talco per la Dea Madre

Area Geomineraria Orani, Guzzurra, Sos Enattos

L’area di Orani, Guzzurra, Sos Enattos è suddivisa in due parti: la prima riguarda il territorio circostante il comune di Orani, la seconda interessa i siti minerari e naturalistici del comune di Lula.

Tutta l’area rappresenta, con i suoi 300 Kmq, circa il 7% del territorio del Parco Geominerario. L’importanza di Orani dal punto di vista geominerario è dovuta alla presenza di notevoli giacimenti di talco, di feldspati, e di numerose cave di marmo e di granito.

Questo importante distretto minerario talchifero era noto sin dal Neolitico Recente, periodo a cui risale l’estrazione del talco varietà “steatite” che veniva lavorato per la produzione di oggetti di pregio, ornamentali e statuette tra cui la Dea Madre.

L’importanza di Guzzurra-Sos Enattos è invece dovuta alla presenza di alcuni giacimenti metalliferi di piombo, zinco, argento, testimoni di un'attività estrattiva avviata fin dai tempi remoti, come testimoniano alcune gallerie risalenti al periodo romano e alcuni pozzi del XI secolo, e ormai giunta alla recente chiusura.

La miniera di Sos Enattos, in particolare, mantiene perfettamente conservati le strutture esterne e il pozzo di accesso al sottosuolo, oggi visitabile ai turisti.