Salta il menu di scelta rapide e vai al contenuto

Parco Geominerario Storico Ambientale della Sardegna

Torna alle scelte rapide

Cronistoria

1975

Prof. Fabio Cassola  al Convegno di Iglesias delle “Associazioni Culturali e Naturalistiche” lanciava l’idea di un: «concreto Consorzio di gestione per la riserva naturale generale di Monte Linas - Oridda - Marganai».

A metà del decennio che vedeva definitivamente profilarsi la crisi del comparto minerario,  su prospettive  comuni all’analisi proposta da Prof. Cassola, lavorava il geologo Gianlupo Del Bono per conto del  Servizio Geologico d’Italia, allacciando i primi rapporti con l’Unesco in vista della creazione di una riserva M.A.B (Man and Biosphere) nel territorio sud- occidentale dell’isola

1983

25-26 Novembre - Convegno “Archeologia Industriale in Sardegna con particolare riguardo al bacino minerario” . L’incontro segna un essenziale punto di rottura nell’elaborazione di un progetto di più vaste dimensioni rispetto alle intuizione del decennio precedente, che pone al centro del quadro di tutela non solo le biodiversità presenti nel territorio ma anche le specificità antropologiche, industriali, geologiche  e paesaggistiche  del contesto minerario. Si avanza la proposta di un Parco Paleo Industriale dell’Iglesiente da inserire nella rete M.A.B Unesco

1987

1 Maggio - Prima grande mobilitazione popolare nei pressi della miniera di Arenas per spingere alla realizzazione di quello che continuava a essere solo un’ affascinante ipotesi di sviluppo.

1989 – 1991

Avvia le attività il Comitato promotore per l’istituzione del Parco Geominerario  Ambientale Storico della Sardegna. Presso la Sala biblioteca dell’Istituto Tecnico Industriale Minerario si avviano i primi incontri del Comitato che vedrà sottoscritto dai diciotto soci fondatori, il proprio atto costitutivo il 23 Novembre del 1991

1996

Centenario della fondazione dell’Associazione Mineraria Sarda. Le celebrazioni per l’importante  ricorrenza rappresentano il punto di non ritorno sulla strada della costituzione del Parco Geominerario. Il coinvolgimento dell’Ente Minerario Sardo guidato dal Presidente Giampiero Pinna rappresenta la garanzia istituzionale da tanti anni cercata. La struttura operativa dell’Emsa supporta attivamente la costruzione del Parco.

1997

La Conferenza Generale dell`UNESCO, tenutasi a Parigi dal 24 ottobre al 12 novembre 1997, raccoglie favorevolmente la proposta presentata il 23 settembre 1997 dalla Regione Sarda, tramite la Commissione Nazionale Italiana UNESCO ed il Governo Italiano, per il riconoscimento del valore internazionale del Parco Geominerario, Storico ed Ambientale della Sardegna.

1998

30 Luglio - A conclusione delle valutazioni positive espresse da un gruppo internazionale di esperti, è stata sottoscritta a Parigi la dichiarazione ufficiale di riconoscimento.

30 Settembre - Alla presenza delle massime autorità dell`UNESCO e del Governo italiano si sottoscrive la “Carta di Cagliari”.

2000

5 Novembre - Occupazione da parte dell’ex Presidente dell’Emsa Giampiero Pinna della galleria Villamarina. Avvio della mobilitazione popolare che chiede l’istituzione del parco Geominerario Storico Ambientale della Sardegna.

23 Dicembre - Approvazione dell’emendamento alla legge finanziaria 388 del 2000 che istituisce e finanzia il Parco Geominerario Storico Ambientale della Sardegna.

2001

16 Ottobre - Il ministro per l’ambiente Altero Matteoli, firma il Decreto Istitutivo del Parco Geominerario Storico Ambientale della Sardegna.