Salta il menu di scelta rapide e vai al contenuto

Parco Geominerario Storico Ambientale della Sardegna

Torna alle scelte rapide

Area archeologica di Montessu - Villaperuccio

Il territorio di Villaperuccio custodisce la più importante ed affascinante necropoli di domus de janas della Sardegna Meridionale. Le tombe, circa 40, sono scavate sulla roccia trachitica, quasi allineate lungo la medesima parete rocciosa.

Alle tombe, di planimetria e dimensioni diverse, si accede da un’apertura ben lavorata cui seguono vani anche ampi, in alcuni casi ingentiliti da colonne sbozzate nella viva roccia, eleganti incisioni parietali a spirali o raffiguranti corna taurine.

La necropoli è stata utilizzata dalle culture di Ozieri (3240-2360 ca. a.C.), Abealzu-Filigosa (2300-2130 ca. a.C.), Monte Claro (2200-2100 ca. a.C.), Vaso campaniforme (2200-2000 ca. a.C.) e Bonnanaro (2000-1600 ca. a.C.).

In un pianoro poco distante le indagini archeologiche hanno individuato i resti di un ampio agglomerato capanni colo. A circa 1 km dall’abitato di Villaperuccio, presso il casale Terrazzu, si ergono infine alcuni menhir.

Informazioni utili

Viabilità: superato l’abitato di Villaperuccio, strada sfaltata in direzione di Narcao.

Accessibilità: agevole, raggiungibile con vettura propria e 15 minuti di salita a piedi.

Visita: È attivo un servizio di visite guidate gestito dalla Società Cooperativa Mediterranea, via Brigata Sassari 8, Carbonia. Telefono: 0781/64040; 338/3818283.

Orario: estivo 9,00-13,00 e 15,00-20,00; invernale 9,00-13,00 e 14,00-17,00.

Biglietto: € 5,00 (intero), € 3,00 (ridotto).

Tempo della visita: circa 2 ore.