Salta il menu di scelta rapide e vai al contenuto

Parco Geominerario Storico Ambientale della Sardegna

Torna alle scelte rapide

Batteria antinave e antiaerea SR 310 "Capo Altano", Portoscuso

La batteria SR 310 è situata a Capo Altano, a circa 3 Km Nord di Portoscuso.

L’installazione fu realizzata dalla Regia Marina nella seconda metà degli anni 30 del 900, risultando operativa allo scoppio del secondo conflitto mondiale. Gli interventi di ripristino operati in anni recenti dal Comune di Portoscuso, hanno consentito la parziale conservazione di questa interessante struttura militare. L’opera si segnala per la collocazione panoramica che offre uno straordinario colpo d’occhio sul mare. Di particolare interesse risulta l’architettura  della stazione di tiro, di singolare eleganza funzionale che pare riecheggiare nelle forme l’abside della Chiesa di San Ponziano a Carbonia.

La totale mancanza di interventi conservativi, ha determinato il crollo della copertura della piazzola del telemetro, impedendone pertanto l'utilizzo come osservatorio panoramico. Nell’area antistante il manufatto si individuano con facilità le 4 piazzole circolari che un tempo ospitavano le artiglierie.

Compito - Antinave e contraereo. La SR 310 doveva assicurare l'interdizione del canale dell'isola Piana e la difesa degli scali di Portovesme e Carloforte.

Armamento principale - 4 cannoni da 102/35 a piedistallo Mod. S. 1915.

Munizionamento - 1320 colpi completi, ripartiti in 4 riservette per piazzola e in 4 piccoli depositi interrati.

Mitragliere - Per la difesa antiaerea a bassa quota erano disponibili 1 Scotti e 1 Oerlikon da 20 mm. La difesa delle postazioni era affidata a 1 Breda 37 da 8 mm e a due Colt mod. 15.

Apparecchiature di tiro - La stazione di tiro era dotata di telemetro San Giorgio da m 1,50 di base e cronoindicatore meccanico Borletti - Olap.

Stazione fotoelettrica - Apparato tipo Galileo da 150/240 alimentato con gruppo elettrogeno.

Organico - Il personale comprendeva 3 ufficiali d'artiglieria ed un centinaio di marinai.

Attività bellica - La SR 310 partecipò attivamente alla difesa della zona. Nel maggio-settembre 1943 le mitragliere pesanti effettuarono non pochi interventi a fuoco contro i caccia americani. In particolare, il 1° settembre 1943 le mitragliere aprirono il fuoco contro 8 velivoli da caccia statunitensi P 40 appartenenti al 525° Fighter Group impegnati in un’azione contro il rimorchiatore italiano “Salvore”, danneggiando  gravemente 2 apparecchi.

Il 24 ottobre 1943 la batteria passò in forza al XXVIII Gruppo d'Artiglieria da Posizione Costiera, venendo classificata come 276ª.

Informazioni utili 

Viabilità: superato l’abitato di Portoscuso, strada asfaltata in direzione nord. Seguire le indicazioni per Capo Altano.

Accessibilità: agevole, raggiungibile con vettura propria e brevi tratti a piedi.

Visita: Il sito è di libero accesso.

Tempo della visita: circa 1 ora.

Bibliografia

A. Monteverde - E. Belli, Ad Quartum Lapidem. Insediamento e difesa del territorio nella Sardegna meridionale, Cagliari 2001

A. Monteverde - E. Belli, Guerra! La Sardegna nel secondo conflitto mondiale, Cagliari 2003