Salta il menu di scelta rapide e vai al contenuto

Parco Geominerario Storico Ambientale della Sardegna

Torna alle scelte rapide

Il Complesso nuragico di Grutti Acqua - Sant'Antioco

alt

Su un’altura dominante una fertile zona pianeggiante, in un contesto ambientale di rara bellezza, si erge il complesso nuragico di Grutti  Acqua, il più vasto di Sant’Antioco ed uno dei più grandi della Sardegna. Sulla cima si erge la torre del nuraghe. Sulle pendici sono visibili i crolli pertinenti all’agglomerato capannicolo, parte dell’antico villaggio.

Dove la vegetazione è più rada è possibile scorgere i perimetri murari delle capanne le cui dimensioni erano alquanto contenute. Dai resti rinvenuti si può ipotizzare che il villaggio fosse particolarmente esteso. Poco più a valle si trova un’antica vena sorgiva, racchiusa in un tempio a pozzo (Pozzo Sacro) dove in occasioni particolari venivano praticati i riti sacri. Alla base del colle, poco distante, si trova una conca lacustre, importante fonte d’approvvigionamento idrico per il vicino villaggio.

Le sponde mostrano chiari segni dell’intervento regolarizzatore dell’uomo con la disposizione ad arte di blocchi e massi che incorniciano il cosiddetto “laghetto nuragico”.

La tomba dei giganti di Su Niu ‘e Su Crobu

alt

Poco distante, in prossimità di una località denominata Su Niu ‘e Su Crobu, è possibile ammirare una delle più importanti tombe dei giganti che si trovano sull’isola. La tomba presenta ancora integro lo sviluppo planimetrico riproducente il classico impianto a protome taurina, tipico del periodo nuragico. La tomba fu edificata tra la fine del XV e l’inizio del XIII secolo a.C. utilizzando massi di roccia vulcanica.

Ben visibile la camera rettangolare allungata ove erano deposti i resti dei defunti, preceduta da un'ampia esedra ad arco di cerchio. L’accesso è stato di recente oggetto di un atto vandalico che ha significativamente alterato il prospetto. Nei pressi del monumento è possibile osservare una lastra di pietra con delle profonde tacche artificiali. Ciò che resta della cornice a dentelli, un elemento decorativo che sovrastava l’architrave dell’ingresso della tomba. Gli endemismi che caratterizzano la flora mediterranea dominano l’intero sito archeologico.

alt

Informazioni utili

Viabilità: Provenendo dal centro abitato di Sant’Antioco si percorre la strada in direzione delle spiagge verso la località Canai (costa Sud-Occid. dell’isola). Proseguire per 1 km sino a trovare un bivio: qui dirigersi a destra verso l'interno. Dopo circa 2 km si vedrà a sinistra della strada la collina dove sorge il nuraghe di Grutti ’e Acqua. Il villaggio si trova alla base dell'altura.

Poco distante, tra la fitta vegetazione, si trova il “laghetto nuragico”. Vicino al complesso nuragico, in direzione Nord-Ovest, si trova la Tomba dei Giganti di Su Niu e Su Crobu. Il sito è  segnalato da cartelli e si può raggiungere facilmente.

Accessibilità: abbastanza agevole, raggiungibile con vettura propria e un percorso a piedi. Dal sito si gode uno straordinario colpo d'occhio sulla vicina costa.

Visita: libera.

Tempo della visita: circa 2 ore