Salta il menu di scelta rapide e vai al contenuto

Parco Geominerario Storico Ambientale della Sardegna

Torna alle scelte rapide

 Laveria La marmora_01 Foto Parco Geominerario.jpg

 

PARCO GEOMINERARIO

STORICO AMBIENTALE DELLA SARDEGNA

 

La Sardegna è unica nel Mediterraneo per caratteristiche ambientali, geologiche, biologiche, per i paesaggi naturali spettacolari nella morfologia delle coste e dei rilievi interni, le cavità sotterranee e le aree archeologiche che ne fanno per varietà e rilevanza, un piccolo ma intero continente.

L’attività mineraria ha modellato il paesaggio e insieme l’antica cultura delle popolazioni minerarie creando un’ambiente in cui il fascino della storia accompagna il visitatore tra le splendide testimonianze di archeologia industriale, in mondi sotterranei e a contatto con la magnifica natura sarda.

Suggestivi villaggi operai, pozzi di estrazione, migliaia di chilometri di gallerie, impianti industriali, antiche ferrovie, preziosi archivi documentali e la memoria di generazioni di minatori rendono il Parco una nuovo grande giacimento culturale da scoprire.

Continua a leggere

 _________________________

 

L’Associazione dei Sardi “Antonio Gramsci” di Torino stringe un’alleanza con il Parco Geominerario Storico ed Ambientale della Sardegna 

Iglesias, 20 giugno 2018

Domenica 17 giugno 2018, su invito di Maurizio Fanari, Presidente dell’Associazione dei Sardi “Antonio Gramsci” di Torino, ha avuto luogo la presentazione del Parco Geominerario e delle sue diverse attività. All'incontro, tenutosi presso la sede dell'Associazione, erano presenti Renzo Caddeo, Presidente dell’Associazione “Quattro Mori” e Matteo Mereu, Presidente dell’Associazione “Sant’Efisio”.
Le Associazioni, affiliate alla Fasi - Federazione delle Associazioni Sarde in Italia - attive nel costruire opportunità di sviluppo turistico verso l’isola, da oggi promuoveranno anche le aree minerarie ed i geositi del Parco, in particolare nei mesi, cosiddetti di bassa stagione, compresi tra Settembre e Giugno. Periodo che i circoli reputano importante per diverse ragioni ma in particolare per le produzioni artigianali e agroalimentari, in quanto fortemente impegnati nei gruppi di acquisto, a promuovere i prodotti dell’isola.
In particolare ritengono che i prodotti provenienti dalle aree minerarie, considerate interessanti luoghi di evoluzione tecnologica, possano, per la loro rappresentatività socio culturale, aver contaminato anche le produzioni artigianali e quelle agroalimentari locali, rendendole, per certi versi, uniche.
Per l’occasione l’Associazione “Antonio Gramsci” ha promosso un incontro con il Direttore della Riserva della Biosfera “Colline del Po”, Dott. Ippolito Ostellino e dell’operatore culturale, Dott.ssa Monica Nucera Mantelli. Nel gradito incontro si sono poste le basi per un futuro di percorsi comune.
Il Parco Geominerario, pian piano, si apre alle collaborazioni nazionali e internazionali. E' necessario ancora tanto lavoro per mettere a regime i siti storico minerari più importanti, ma alcuni sono già in grado di accogliere i turisti in forma organizzata. Questo comporterà immancabilmente il coinvolgimento dei privati per i servizi di accoglienza e mobilità.
Il nostro patrimonio geologico e minerario suscita interesse per le testimonianze di archeologia mineraria e della narrazione antropologica che l’accompagna. Così pure il patrimonio dei gioisti incuriosiscono, non solo per le loro peculiarità, ma anche per la loro lunga storia formativa.

Prof. Tarcisio Agus
Presidente del Parco Geominerario Storico Ambientale della Sardegna 

Incontro Associazione sardi Torino_03

 Un ponte tra Piemonte e Sardegna. Territori di estrazione ma anche luoghi dai quali sono nate occasioni di innovazione

Torino, 17 giugno 2018

Bellissimo oggi l’incontro con Tarcisio Agus, Presidente del Parco Geominerario Storico e Ambientale della Sardegna presso la sede dell’Associazione Circolo dei Sardi di Torino con Enzo Cugusi e Maurizio Fanari.
Un territorio dove nasce il primo movimento sindacale d’Italia e viene progettata e prodotta la prima autopala che trasforma il lavoro manuale e le fatiche degli operai, riducendo le fatiche. Un'area UNESCO global Geopark in un territorio come quello sardo ricco di patrimoni storici ambientali legati al tema minerario come testimoniato anche dal premio Paesaggio d'Europa che la Città di Carbonia ha ricevuto nel 2011. Un esempio quindi di intreccio tra l’opera dell'uomo e l’uso delle risorse che oggi è divenuto un caso di conversione al turismo sostenibile.
Come questa area anche il territorio del sito UNESCO CollinaPo ospita un grande comparto estrattivo, ma di cave a cielo aperto di materiali inerti sabbiosi e di ghiaie, che da problema idrogeologico oggi sono state trasformate in progetti per il paesaggio e la biodiversità grazie alla presenza del Parco regionale del Po torinese. Ma nel territorio del sito MaB CollinaPo sono anche presenti aree minerarie storiche, come le cave di gesso di Moncucco torinese che sono descritte nel bellissimo museo del Gesso dell'omonimo paese della collina torinese.
Sono entrambi casi che sono divenuti buone pratiche a livello mondiale e che ci parlano del rapporto , anche difficile, tra risorse del Pianeta e riscatto della natura e del paesaggio.

Dott. Ippolito Ostellino
Direttore della Riserva della Biosfera “Colline del Po”

Incontro Associazione sardi Torino

Un momento dell'incontro torinese

 _________________________

 

 

Il Parco Geominerario avvia nuove opportunità con l’Interreg P.O. Italia Francia “Marittimo” Progetto ItiNERA

Iglesias, 14 giugno 2018

Nel corso dell’importante appuntamento di Livorno del 12 giugno 2018, il Parco Geominerario Storico Ambientale della Sardegna ha dato piena disponibilità per la sua partecipazione al programma di cooperazione Interreg P.O. Italia Francia  “Marittimo”, progetto articolato su due nazioni, Italia e Francia e cinque regioni, Sardegna, Liguria, Toscana, Corsica e Provence - Alpes - Côte d'Azur (PACA).

 Il progetto denominato ItinEra è dedicato allo sviluppo sostenibile ed alla promozione del turismo esponenziale e immersivo, attraverso la creazione di escursioni dedicate allo sviluppo sostenibile ed alla biodiversità.

 In particolare si punta alla creazione di itinerari sostenibili articolati su tutte le regioni partner e rivolti al turismo crocieristico.

 L’obiettivo generale è quello di contribuire ad aumentare la competitività internazionale delle PMI operanti nelle 5 regioni nell’ambito dell’eco-turismo.

 Al fine di affrontare la sfida individuata, ItinERA:

 1. sviluppa Linee Guida (LG) per una certificazione di qualità eco-turistica comune alle 5 regioni, propedeutica alla nascita di un marchio unico dello spazio del “Marittimo”;

 2. sviluppa e promuove itinerari eco-turistici tematici a carattere sovra-nazionale, conformi ai requisiti previsti nelle LG;

 3. offre programmi di formazione alle PMI del settore turistico per il raggiungimento degli standard di qualità previsti;

 4. organizza eventi d’incontro volti a promuovere processi di governance pubblico-privata dell’offerta eco-turistica.

 Primi beneficiari sono PMI, tour operators e compagnie di crociera operanti nell’area di cooperazione, nonché potenzialmente l’intera area stessa, grazie alla creazione di valore, nascita di nuovi attrattori turistici, sviluppo del tessuto imprenditoriale e crescita occupazionale.

 Il Parco  Geominerario nel corso dell’incontro ha presentato le sue potenzialità, accolte con particolare interesse dagli operatori turistici ed imprese, nello splendido contesto di Rocca di Frassinello nella Maremma Toscana entro la cantina progettata dall’Architetto Renzo Piano.

 Il Presidente

Prof. Tarcisio Agus

 Locandina Interreg MARITTIMO IT FR

 

Rocca di Frassinello. Cantina progettata da Renzo Piano

Rocca di Frassinello. Veduta della cantina progettata dall’Architetto Renzo Piano

  _________________________

 

Nuovo logo Parco Geominerario

Insediato il Consiglio Direttivo
del Parco Geominerario Storico Ambientale della Sardegna

 Iglesias, 18 maggio 2018

Ha avuto luogo quest’oggi presso Villa Pertusola, sede del Parco Geominerario Storico Ambientale della Sardegna, la cerimonia di insediamento del Consiglio Direttivo dell'Ente.

L’importanza dell’evento è stata sottolineata dalla presenza della Dott.ssa Carmela Giarratano, Direttore della Direzione Generale per la Protezione della Natura e del Mare e del Dott. Antonio Maturani, Dirigente della Divisione II - Biodiversità, aree protette, flora e fauna del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare.

Il Presidente del Parco Geominerario, Prof. Tarcisio Agus, dopo aver pronunciato un breve intervento di saluto, ha presentato gli autorevoli componenti del Consiglio:

- Dott. Simone Deplano Rappresentante del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare;

- Dott. Gianluigi Sanetti, Rappresentante del Ministero dello Sviluppo Economico;

- Dott. Luca Giovanni Lioni, Rappresentante Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo;

- Prof. Giacomo Oggiano, Rappresentante del Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca;

- Dott. Giovanni Pilia e la Dott.ssa Debora Porrà, Rappresentanti della Regione Sardegna;

- Dott. Luciano Ottelli, Rappresentante Regione Sardegna invitato permanente senza diritto di voto;

- Dott. Antonio Ecca e il Dott. Mario Calia, Rappresentanti della Comunità del Parco;

- Dott. Paolo Mascia, Rappresentante della Comunità del Parco senza diritto di voto.

Il Direttore del Parco Geominerario, Dott. Ciro Pignatelli, ha successivamente illustrato le molteplici attività svolte ed in itinere e presentato i tecnici ed i funzionari in servizio presso l’Ente.

Hanno preso parte alla cerimonia il Dott. Emilio Gariazzo, Sindaco di Iglesias e Presidente della Comunità del Parco, il Dott. Gian Luca Zicca ed il Dott. Francesco Fresu, membri del Collegio dei Revisori del Conti dell’Ente.

Con l’insediamento del Consiglio Direttivo il Parco Geominerario ha finalmente i suoi organi istituzionali al completo assumendo così la pienezza del suo ruolo.

Insediamento Consiglio Direttivo Parco Geominerario_01

Il discorso di saluto del Presidente Prof. Tarcisio Agus

Insediamento Consiglio Direttivo Parco Geominerario_02

 Insediamento Consiglio Direttivo Parco Geominerario_03

 Insediamento Consiglio Direttivo Parco Geominerario_04

La Dott.ssa Carmela Giarratano ed il Presidente Prof. Agus nel corso della presentazione

Insediamento Consiglio Direttivo Parco Geominerario_05

Il Direttore, Dott. Ciro Pignatelli, illustra attività e competenze del Parco Geominerario

 (Foto reportage a cura dell'Ufficio Stampa Parco Geominerario)

_________________________

 Il Parco Geominerario Storico Ambientale della Sardegna 

 organizza

Corso di Alta Formazione
Buoni Turismi per una buona crescita
Torpè 16 - 22 giugno 2018
Arzchena 18 - 23 giugno 2018

ASTA _ TORPE

ASTA_ ARZACHENA

 Per maggiori informazioni

  _________________________  

   Nuovo logo Parco Geominerario

Approvazione del Piano di Gestione dei siti minerari 

 

Iglesias, 21 aprile 2018

  L’approvazione del Piano di Gestione dei siti minerari pone le basi per le infrastrutturazioni territoriali e regionali della rete del Parco Geominerario Storico ed Ambientale della Sardegna. Con un investimento di oltre un milione di euro si avvia l’apertura sistematica e l’armonizzazione di tutti i siti in sotterraneo quali:

•    Miniera di Serbariu - Carbonia (già operativo);
•    Miniera di Rosas, Galleria Santa Barbara - Narcao (già operativo);
•    Porto Flavia - Iglesias (già operativo);
•    Galleria Henry - Buggerru (già operativo);
•    Miniera di Monteponi, Galleria Villamarina - Iglesias (imminente apertura);
•    Miniera di Montevecchio, Galleria Anglo Sarda - Guspini (imminente apertura);
•    Miniera di Funtana Raminosa - Gadoni (imminente apertura);
•    Miniera di Sos Enattos - Lula (imminente apertura).

Ciascuno custodisce significative testimonianze dell’evoluzione geologica della Sardegna, svelandone la formazione e la storia in stretta connessione con quella più estesa e articolata dei geositi diffusi sull’intera isola.
L’interazione tra il sottosuolo ed il suolo isolano consente di conoscere meglio la storia geologica della nostra isola considerata, la più antica d’Italia.

La riapertura di “Sos Enattos” a Lula, consentirà di mettere in rete e promuovere una parte dalla rete regionale, tanto richiamata nelle raccomandazioni formulate dalla Rete Geoparks Unesco. L’isola è un’unica area parco e la miniera di Sos Enattos, come il resto delle miniere, fungerà da catalizzatore nell’area del nord est della Sardegna, raccordando, tra il Nuorese e la Gallura, i geositi più significativi definiti come monumenti naturali e protetti dalla Legge Regionale 31/89 quali Su Suercone” a Orgosolo; “Texile” ad Aritzo; “Sorgente Su Gologone” a Oliena; “Sa Preta Istampata” a Galtellì, Monte Pulchiana a Tempio Pausania, l’Orso di Palau, con altri degli oltre 200 geositi censiti nell’Inventario Nazionale curato dall’ISPRA; la grotta di “Ispinigoli” a Dorgali, Perda Longa, Punta Goloritzè e Su Sterru (il Golgo) a Baunei, il Fungo ad Arzachena.

Altrettanto potrebbe dirsi, stando al nord Sardegna, della Miniera di Olmedo, attualmente in attesa di un rilancio ma con la presenza dei minatori che la tengono in vita e che potrebbero predisporre nei suoi tratti più antichi un interessante percorso sotterraneo. In virtù della vicinanza della Miniera dell’Argentiera di Sassari e dei geositi delle Grotte di Nettuno, del Promontorio di Capo Caccia di Alghero; dell’“Elefante” di Castelsardo; della Spiaggia della Pelosa a Stintino, dell’Isola di Figarolo a Golfo Aranci ed altri, si potrebbero offrire interessanti conoscenze geologiche e storiche del territorio isolano.

La promozione dei sottosuoli e delle miniere che questi primi interventi favorisce, concorrerà a rievocare e valorizzare la storia e le vicende degli uomini, delle donne e dei bambini che un tempo vi lavorarono. La loro opera ed il loro sacrificio, a partire dalla metà del XIX secolo, hanno contribuito all’evoluzione economica e sociale delle comunità coinvolte le quali, per quanto solidamente legate alla cultura agro-pastorale, avviarono un interessante processo antropologico di cui ancora si conservano evidenti ed importanti tracce.

Il passaggio del contadino - allevatore individualista a quello del minatore - operaio, approderà alla coscienza di classe ed alle conseguenti lotte sociali. Un impegno ed una consapevolezza che coinvolgerà anche le donne favorendo la loro emancipazione senza tuttavia tradire le ataviche tradizioni sociali e culturali.
Dal nord al sud dell’isola questi nostri luoghi, con il loro straordinario patrimonio naturalistico, storico, minerario e geologico, devono essere riscoperti, tutelati e valorizzati. È dunque necessaria un’azione costante di conoscenza, informazione e coinvolgimento delle comunità locali affinché la storia e le tradizioni dei luoghi si conservino nel tempo.

In una società sempre più globalizzata la storia politica, economica e sociale della nostra Isola, la sua geologia, la sua natura, nella loro originalità, possono costituire un forte motivo di interesse e curiosità che ci permetterà di interloquire con il resto del mondo. Il Parco Geominerario è decisamente orientato in tale direzione, in stretto rapporto e sinergia con la Regione Autonoma della Sardegna ed i Comuni.
Sarà infine necessario perseguire il coinvolgimento del mondo dell’imprenditoria privata, la quale potrà essere invitata ad investire sul patrimonio minerario dismesso, creando le condizioni di uno sviluppo endogeno pienamente in sintonia con le linee guida della “Carta di Cagliari”, di cui quest'anno celebriamo il Ventennale.

Il Presidente
Prof. Tarcisio Agus

____________________

 

 Nuovo logo Parco Geominerario

 SIMBOLI IDENTITARI

 Consorzio del Parco Geominerario Storico Ambientale della Sardegna

UNESCO GLOBAL GEOPARKS

Comunicazione del Direttore

_____________________

 

 Nuovo logo Parco Geominerario

A tutti i Sindaci dei Comuni del Parco Geominerario

Raccolta dati per il prossimo programma promozionale e l’aggiornamento del sito Internet istituzionale dell’Ente

Comunicazione del Commissario Straordinario

 _____________________ 

Nuovo Logo 

Manifestazione di interesse da parte delle Associazioni per collaborazioni con il Parco Geominerario Storico Ambientale della Sardegna

 

Iglesias, 19 febbraio 2018

Con la Delibera n.1 del 22 Gennaio 2018, “Protocolli di intesa tra il Parco Geominerario Storico Ambientale della Sardegna e le Associazioni Onlus o senza fini di lucro (riconosciute da Enti istituzionali statali e dalla Regione Autonoma della Sardegna) e le associazioni Onlus o senza fini di lucro legalmente costituite aventi sedi legali del territorio del Parco Geominerario Storico Ambientale della Sardegna i cui scopi e finalità sociali o statutarie sono attinenti a quelle del Parco”,  il Parco Geominerario si apre alla collaborazione ed all'apporto delle Associazioni.

Nelle otto aree del Parco persistono ancora importanti gruppi di ex minatori che detengono la memoria storica del duro lavoro di miniera e sono preziosa fonte di informazioni, non solo del racconto orale, ma anche documentale, al quale il Parco guarda con particolare attenzione per ricostruire e custodire importanti testimonianze di un epoca che ha segnato numerose comunità, dal nord al sud dell'Isola.

Il Parco guarda con particolare attenzione al mondo del volontariato che opera per la salvaguardia dell'ambiente e la valorizzazione del suo patrimonio storico e culturale. Nei suoi 3.500 Kmq custodisce una vasta fetta della Storia della Sardegna e delle sue caratteristiche geo-morfologiche, che oggi, con i suoi geositi, abbraccia l'intera Regione.

All'interno di questo vasto  territorio si racchiude tutto il nostro sviluppo umano, dal suo primo errare nel ricco paesaggio sardo, capace di offrire ogni elemento per la sussistenza umana, sino al suo stanziamento ed evoluzione, da cui l'uomo isolano  ha attinto per una vita sempre più progredita: dall'uso del suo patrimonio litico, a quello morfologico, con le sue argille per il suo corredo domestico, sino alla scoperta dei filoni metalliferi che ci hanno condotto sino al secolo scorso, con imponenti tracce architettoniche e paesaggistiche.

Dentro questo percorso l'uomo ha sviluppato il senso della comunità e della società isolana, raggiungendo importanti traguardi evolutivi che hanno inciso nel contesto più vasto, anche a livello nazionale.

Per poter documentare, testimoniare e diffondere questo nostro patrimonio ambientale, storico, culturale ed antropologico, il Parco, con la suddetta Delibera, si rivolge a tutte quelle associazioni culturali di volontariato che con il Parco sono disponibili ad un percorso comune.

La manifestazione di interesse pertanto è aperta a tutte quelle Associazioni e organizzazioni, anche sportive, che credono di poter dare un contributo per la valorizzazione e promozione del  Parco Geominerario Storico ed Ambientale della Sardegna che per missione deve salvaguardare, valorizzare e tutelare il patrimonio storico e ambientale affidatogli, ma anche quello di creare le condizioni di sviluppo possibile, così come altre esperienze in ambito nazionale ed  europeo ci insegnano. Obbiettivo impossibile da raggiungere in solitudine.

Pertanto al bando di manifestazione di interesse, che  si trova nel sito, è allegata la bozza di convenzione da stipularsi con il Parco e che consentirà alle associazioni aderenti di essere strumento attivo di promozione  e di sviluppo di quella parte dell'isola che il Parco rappresenta e che custodisce. Una immensa risorsa ancora inesplorata e da  perseguire in stretta collaborazione con le comunità locali e le sue rappresentanze più sensibili.

Il Commissario

Tarcisio Agus

 _____________________ 

 

 Nuovo logo Parco Geominerario

 

 Approvazione atti della commissione giudicatrice del procedimento indetto con determinazione n. 222/2016.

Graduatoria degli ammessi a contributo

Determinazione n. 69 del 6 giugno 2017

Graduatoria ammessi a contributo. Correzione errore materiale

Determinazione n. 73 del 15 giugno 2017

 _____________________

 

AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA PER IL CONFERIMENTO DI UN INCARICO PER IL RUOLO DI DIRETTORE DEL CONSORZIO DEL PARCO GEOMINERARIO STORICO ED AMBIENTALE DELLA SARDEGNA

 Scadenza presentazione domande: 13 aprile 2017, ore 13

 Delibera n. 9 del 7 marzo 2017 - Bando Selezione Pubblica e modulistica

Deliberazione n. 13 del 16.03.2017. Rettifica dell'avviso pubblico per il conferimento di un incarico di Direttore del Consorzio del Parco Geominerario Storico Ambientale della Sardegna

Deliberazione n. 18 del 09.05.2017. Attuazione Deliberazione n.9 del 7 marzo 2017 concernente Avviso di selezione pubblica per il conferimento di un incarico per il ruolo di Direttore del Consorzio Parco Geominerario. Nomina della Commissione di cui all'Art. 5 dell'Avviso

 

ERRATA CORRIGE

Correzione di errore materiale dell' art. 3 comma 7 dell'avviso pubblico di selezione  per il conferimento di un incarico per il ruolo di direttore del Consorzio del Parco Geominerario 

 L'art. 3, comma 7, è così corretto: "non aver riportato condanne penali, ovvero dare indicazione delle condanne riportate, la data di sentenza dell'Autorità Giudiziaria che l'ha emessa (anche se sia stata concessa amnistia, condono, indulto, o perdono giudiziale)".

 

 _____________________

 

Al via l’istituzione di un elenco di Guide professioniste per le esigenze del Parco Geominerario Storico Ambientale della Sardegna

Iglesias, 16 febbraio 2017

Il Parco Geominerario Storico Ambientale della Sardegna, con Deliberazione del Commissario Straordinario, il 14 febbraio 2017 ha pubblicato un Avviso di manifestazione di interesse per la formazione di un elenco Guide Turistiche o Ambientali Escursionistiche, anche in possesso della idoneità tecnica come addetto alla prevenzione incendi e/o in possesso dell’idoneità come addetto al primo soccorso.  

Il provvedimento consentirà l’assunzione di personale qualificato da impiegare per il biennio 2017 – 2019 nei siti turistici – minerari ricadenti nelle aree comprese nel perimetro del Consorzio del Parco.

Si ricorda che sulla base di accordi di programma siglati di volta in volta con i Comuni Interessati e la partecipazione di IGEA S.p.a, l’Ente Parco gestisce attualmente i siti di interesse turistico garantendo il servizio di guida turistica.

I requisiti dei candidati

La selezione pubblica riguarderà professionisti iscritti nel registro della Regione Autonoma della Sardegna come Guide Turistiche e/o Ambientali Escursionistiche che nel biennio precedente abbiano prestato servizi analoghi per pubbliche amministrazioni o aziende private, siano in possesso delle necessarie idoneità come addetti alla prevenzione incendi e al primo soccorso e dimostrino la conoscenza di almeno due lingue straniere di cui una inglese.

Modalità di partecipazione

La domanda di iscrizione all’elenco, corredata di curriculum vitae,  potrà essere comunicata agli uffici del Parco entro le ore 13 del 15 marzo 2017 mediante PEC all’indirizzo  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.  

Per maggiori informazioni

Deliberazione del Commissario Straordinario n. 6 del 10.02.2017

Modulo domanda di partecipazione

 ___________________________________  

 

Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare

Fissazione compensi Commissario Straordinario Parco Geominerario

Decreto n.301 del 28 ottobre 2016 

 

___________________________________ 

 

Avviso di Manifestazione di interesse per la formazione di un elenco Guide professioniste per il biennio 2017 - 2019

 

Deliberazione del Commissario Straordinario n. 6 del 10.02.2017

 

 ___________________________________

 

Avviso pubblico per l'attribuzione di contributi a Enti Pubblici, soggetti privati singoli o associati, fondazioni ed associazioni per iniziative ed interventi riguardanti le seguenti tematiche:

a) Istruzione, Cultura ed Educazione Ambientale legate all'immagine del Parco;

b) Tutela e valorizzazione dei beni artistici, storici, geologici, minerari e antropologici presenti sul territorio o di rilevanza nazionale e internazionale;

c) promozione della pratica delle attività ricreative del tempo libero ecocompatibili.

 

Determinazione n. 222 del 02.11.2016 e Avviso Pubblico

Determinazione n. 19 del 01.03.2017 Convocazione in seduta pubblica del procedimento avviato con determina n. 222 del 02.11.2016

Precisazione

Gli allegati A e A1 citati nell'avviso costituiscono parte integrante e sostanziale del regolamento citato e possono essere scaricati al seguente link ....

 Si rammenta che per la predisposizione della domanda e della relazione descrittiva devono essere seguite le prescrizioni contenute nell'avviso, il quale costituisce "legge speciale" del procedimento.

_________________________

Avviso di indagine conoscitiva di mercato per l'eventuale formazione di un elenco di operatori interessati a svolgere, a chiamata, il servizio di Guida Turistica o Ambientale in possesso dell'Idoneità Tecnica come addetto alla Prevenzione Incendi e/o al Primo Soccorso e/o il Servizio di Addetto alla Prevenzione Incendi e/o il Servizio di Addetto al Primo Soccorso .....

 _____________________

 

Banner_News

 

   

 

Continua a leggere...